Get Adobe Flash player
Translator
Novità

Autori: Anna Cavasinni

Anna Cavasinni

Anna M. Cavasinni  regista, antropologa e giornalista

 

 

Maturità Classica Liceo “G. B. Vico” Chieti; Laurea in Lettere Università degli Studi “G. D’Annunzio”; Perfezionamento in Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi “La Sapienza”.

 

1976: inizia il lavoro di regista e di ricercatrice sulle tradizioni e sul folclore abruzzesi, in occasione di una fortunata serie di trasmissioni radiofoniche della R.A.I.: “Abruzzo insieme sera”

 

Negli anni ottanta realizza un gran numero di documentari in pellicola 35 mm. per le sale cinematografiche e vince, per la regia, 12 Premi di Qualità del Ministero del Turismo e dello Spettacolo.

 

Intanto prosegue il suo lavoro di ricerca socio-antropologica, spaziando dalle culture autoctone dei pastori e dei pescatori a quelle allogene importate dagli immigrati.

 

1980 – 1991: lavora alla realizzazione de Viaggio tra i Pastori (dur. 120’), Le Vie della Lana (dur. 120’), Incantesimo del Lago Fucino (dur. 90’), A cavallo di una chitarra (dur. 180’).

 

Nello stesso periodo è autrice e regista de: Le vie dell’erba (dur. 60’), La Tonnara (dur. 60’), Abruzzo vivo (dur. 60’), Il Monachesimo in Abruzzo (dur. 60’).

 

Queste ed altre produzioni sono il frutto di collaborazioni con varie case di produzione e con le reti televisive e radiofoniche RAI (sia nelle sedi regionali che in ambito nazionale) come regista e come autrice della parte letteraria, anche nella stesura di sceneggiature per la produzione di fiction.

 

1992: per la RAI realizza quattro puntate radiofoniche su RADIO 3 dal titolo “Cantare la vita”.

 

1992 – 2003: per dodici anni, lavora come regista con RAI 1, RAI 2, RAISAT, RAI Educational, per vari programmi del day time e della fascia serale: Linea Blu, Go Kart, Sorgente di vita, La RAI che vedrai, Prossimo tuo, Giga, ecc.

 

2003: dà inizio alle ricerche per un nuovo progetto; si tratta di una serie di documentari sulla Seconda guerra mondiale in Abruzzo dal titolo La Guerra in Casa; il 9 giugno del 2006 conclude la realizzazione de “La Linea Gustav: Chieti e Provincia” (dur. 98’); poi, tra il 2007 e il 2015, ne presenterà altri sette dei quali l’ultimo è “La fuga del re” (dur. 68’) con la prima proiezione al Teatro Marrucino il 2 giugno 2015.

 

2003 – 2008: realizza oltre cinquanta reportages con il programma di RAI Educational “Un mondo a colori”, in onda su RAI 2.

 

2008: dirige e coordina il laboratorio universitario audiovisivo di interscambio culturale tra Università di Chieti e Università tedesca di Bayreuth “L’officina dell’incontro”.

 

2008 – 2009: realizza quattro documentari per la serie “La Guerra in Casa”: La Battaglia del Sangro (dur. 80’), La Brigata Maiella (dur. 78’), Il Sangue dei Limmari (dur. 65’) e “…E venne la guerra” (dur. 60’).

 

2008 – 2012: docente presso la Facoltà di “Scienze della Formazione” – Università G. D’Annunzio di Chieti di due insegnamenti: 1) Teoria e tecniche del linguaggio audiovisivo, 2) Format e generi televisivi.

2009 – 2010: docente presso la Facoltà di “Scienze della Formazione” – Università G. D’Annunzio di Chieti dell’insegnamento di “ Storia delle tecniche radiotelevisive”.

 

2010: per la serie “La Guerra in Casa”, scrive il libro “Gli Eroi del Gran Sasso” e cura la regia dell’omo-nimo documentario sugli Alpini del Btg. “L’Aquila”, Div. Julia, e la spedizione in Russia (dur. 75’).

 

2010: inizia le ricerche e le riprese per una nuova grande serie di documentari: Transumanze d’Europa, con le prime tappe in Italia, Austria, Francia, Norvegia. Prima messa in onda tv RAISTORIA sett. 2016

 

2011 – 2013: realizza tre documentari sul litorale adriatico: “La Costa dei trabocchi” (dur. 60’), “La donna del mare”, sulla vita di una anziana pescatrice di Casalbordino (dur. 58’), “Basilica di S. Maria dei Miracoli” (dur. 45’).

 

2012: sempre per la serie “La Guerra in Casa”, realizza un nuovo documentario sugli Alpini del Battaglione “L’Aquila”: 1942, Natale in Russia” (dur. 75’).

 

2013 – 2014: scrive e realizza due spettacoli teatrali sulla 2.nda guerra mondiale: “L’Eccidio dei Limmari, con gli occhi dei bambini” e “Chieti città aperta, i ragazzi della guerra”; prosegue il lavoro sulle Transumanze e realizza un nuovo documentario sull’Eccidio dei Limmari (dur.60’).

 

2015: realizza un nuovo episodio della serie “La Guerra in Casa”, “…La fuga del re” (dur.70’);

 

2016: realizza con Fabrizio Franceschelli il docufilm “Il Volto Ritrovato di Gesù, viaggio nei luoghi, nella storia e nelle leggende del Volto Santo di Manoppello”;

 

2017: inizia con Fabrizio Franceschelli la produzione del docufilm “Il treno degli Altipiani Maggiori”.

E’ ideatrice e regista della serie “La Guerra in Casa””.