19 settembre 2018

Mare Adriatico / Adriatic Sea

Trabocco di punta Vignola – 1910

LA COSTA DEI TRABOCCHI – documentario di Anna Cavasinni – produzione 2011-2012

Copertina del DVD

Il trabocco è una macchina da pesca che dal 17° secolo in poi si è diffusa in Abruzzo e poi nelle regioni limitrofe della costa adriatica centro-meridionale. Le prime famiglie che diedero vita a questa particolare forma di pesca erano di ebrei in fuga dalle persecuzioni che all’epoca in tutta Europa ne mettevano a repentaglio la sopravvivenza. Seppero sfruttare le caratteristiche orografiche di quel litorale abruzzese ricco di scogli e pescosissimo e cominciarono con strutture assai rudimentali.
Chi ci lavorava non poteva essere definito marinaio, pescatore, contadino o artigiano: era di tutto un po’. Soprattutto si trattava di persone assi ingegnose e abili, coraggiose e forse anche un po’ temerarie.
Oggi la pesca con il trabocco frutta assai poco pescato, anche se le strutture sono molto più solide e le attrezzature da pesca più sofisticate.
Con l’arretramento della linea ferroviaria, si è liberata una larga fascia di litorale e così, fra Ortona e Vasto si è pensato di creare un’area protetta, il Parco dei Trabocchi.
Con straordinarie immagini raccolte nel corso di varie stagioni e con il supporto di vivaci interviste a protagonisti ed esperti del settore, il documentario racconta tutti i trabocchi del parco e ne descrive alcuni legami culturali col territorio.
Distribuito da Manuli Productions – Chieti  – tel. 0871.401852 – 335.5398632 e.mail annacavasinni@hotmail.com

Prova1

Clicca sull’immagine per visualizzare la pubblicazione su “La costa dei trabocchi